Carrie-Anne_Moss_and_Krysten_Ritter_at_Peabody's_-Marvel's_Jessica_Jones-_Night

Jessica Jones, eroina lontana dai riflettori

La serie televisiva Jessica Jones è basata sull’omonimo fumetto firmato Marvel Comics ed è un prodotto sviluppato da Melissa Rosemberg per il servizio di fruizione digitale di film e telefilm Netflix. La serie è ambientata nel Marvel Cinematic Universe ed è prodotta in associazione da Marvel Television, Tall Girl Productions e ABC Studios.

Carrie-Anne_Moss_and_Krysten_Ritter_at_Peabody's_-Marvel's_Jessica_Jones-_Night

Foto By (Photo/Jana Lynn French/ Peabody, jjlynnf@gmail.com in New York City, New York on Wednesday, May 18, 2016) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons.

La prima puntata della serie è stata trasmessa, in America nel 2015, con episodi dalla durata di 50-55 minuti ciascuno e ne sono previsti, in totale, 13 in tutta la stagione, che fino al 2015 si era fermata alla numero uno. Nel gennaio 2016, dopo il responso positivo di pubblico e critica, è stata annunciata ufficialmente l’uscita della seconda stagione.

Jessica Jones, eroina ritirata a vita privata

La protagonista della serie è, appunto, Jessica Jones, interpretata da Krysten Ritter e doppiata da Giuppy Izzo, la stessa doppiatrice che regala la sua voce a Lorelai Gilmore, alias Lauren Graham nel telefilm di grande successo Una Mamma Per Amica.

Jessica Jones è una ex eroina che, soggetta a disturbo post-traumatico da stress, decide di ritirarsi a vita privata e di continuare a interessarsi a malvagi e malefatti solo parzialmente, aprendo un’agenzia di investigazioni private. L’obiettivo di Jessica è quello di aiutare i nuovi supereroi e le persone in difficoltà che si rivolgono a lei.

Jessica Jones il vero personaggio interpretato da Krysten Ritter

La Ritter ha accolto sin da subito positivamente la proposta di interpretare Jessica Jones. Per preparare la parte ha letto “Alias”, felice di lavorare per la Rosenberg. Il personaggio di Jessica è praticamente una trasposizione cinematografica del personaggio dei fumetti, senza migliorie o piccoli aggiustamenti.

Nessuno ha voluto migliorarla o modificarla, ma semplicemente rappresentarla con punti di forza e punti di debolezza. E’ un’eroina catapultata nel mondo reale, con problemi reali come pagare l’affitto oppure procacciarsi nuovi clienti per la sua agenzia.

Messo da parte un passato difficile, che l’ha portata ad abbandonare il mondo degli eroi, passa dal voler salvare il mondo intero a voler salvare la sua vita. Nonostante sia la protagonista, non è rappresentata come la perfezione, al contrario: è una tipa irascibile, altezzosa, dedita all’alcool e alle risse. Litiga, si arrabbia, si riduce uno straccio. E’ sincera e diretta, anche troppo, sia nei modi di fare che nel pensiero. Jessica Jones è un personaggio che non indossa veli, ma è così come viene rappresentata.

Il resto del cast: Luke Cage al fianco di Jessica Jones

Accanto a Jessica Jones, nel cast degli attori che prestano i loro volti ai personaggi della serie, troviamo Mike Colter nei panni di Luke Cage. E’ l’uomo della svolta, colui che, dopo aver incontrato Jessica Jones, cambierà per sempre la sua vita.

Le caratteristiche principali di Luke sono la forza fuori dal comune, la pelle impossibile da distruggere e un passato oscuro. Il personaggio di Colter è un eroe di quartiere che si lega indissolubilmente a Jessica.

Non lotta per la gloria, ma combatte in segreto, quando nessuno lo sa. E’ profondamente insicuro su come e quando usare le qualità che lo contraddistinguono. “Non sarebbe Jessica Jones se non capisci in che modo Luke ha cambiato la sua vita”, ha afferma Joseph Loeb, produttore esecutivo della serie, per far comprendere al pubblico quanto collegati siano questi due personaggi per lo sviluppo della storia.

Spazio all’amicizia anche per Jessica Jones: il ruolo di Patricia

Patricia, meglio nota come Trish, Walker è la migliore amica di Jessica Jones. Il suo personaggio è interpretato da Rachel Taylor, che si cala nei panni di una bambina prodigio, nonchè ex modella, impegnata nella conduzione di programmi radiofonici.

Le due ragazze sono praticamente come sorelle, nonostante la diversità dei loro caratteri. Competitività e affetto si fronteggiano, ma si affiancano senza mai lasciare che una prevalga sull’altra, esattamente come avviene normalmente nei legami tra donne.

Jessica e Trish condividono la domanda su come bisogna comportarsi nel ruolo di eroe, ma la stessa domanda le divide, le allontana, per poi farle ritrovare al momento opportuno. E’ una grande abilità di Melissa Rosenberg quella di riuscire a cogliere le sfumature dell’amicizia al femminile e di essere in grado di trasmetterle sullo schermo.

Jessica Jones, la genesi

Correva il dicembre 2010 quando venne rivelata la notizia che Melissa Rosenberg avrebbe eseguito un arrangiamento televisivo del fumetto Alias, la cui protagonista era una certa Jessica Jones. L’anno successivo era già stata diffusa la comunicazione ufficiale che il nuovo prodotto Marvel sarebbe stato disponibile per gli spettatori nel 2012.

Tuttavia, nel maggio dello stesso anno, iniziò a girare voce che l’idea era stata abbandonata, mentre la Rosenberg, che non voleva per niente rinunciare alla Jones, ribattè affermando di avere contatti con altri canali. Tra le fila della Marvel, intanto, si diffuse la voce della produzione di quattro serie da trasmettere sui servizi di streaming digitale di Netflix. Si trattava, tra gli altri, proprio di Jessica Jones. La Rosenberg venne nominata showrunner del progetto, modificato rispetto a quello di partenza.

Nel 2014 la serie fa il suo ingresso ufficiale sulla scena pubblica con la conferma del titolo “Marvel’s A.K.A. Jessica Jones”, modificato l’anno successivo in un più semplice e rapido “Marvel’s Jessica Jones”. Dopo il successo della serie, Netflix e Marvel hanno rassicurato i fan in attesa, affermando che una seconda stagione è decisamente una strada da perseguire.

Lascia un commento